Senza categoria

Come pulire il tuo pc e velocizzarlo

come-pulire-il-tuo-pc-e-velocizzarlo

Pulire il pc e velocizzarlo è un’operazione di manutenzione ordinaria che andrebbe svolta periodicamente. Sul computer si accumulano file inutilizzati e residui di programmi disinstallati, virus e malware che possono essere stati inavvertitamente scaricati durante la navigazione e altri processi che rallentano il computer.

La pulizia periodica non richiede particolari abilità informatiche e permette di mantenere veloce ed efficiente il proprio pc.

Pulire il registro di sistema rimuovendo i file inutili

Il primo passo per recuperare le funzionalità del pc, pulirlo e renderlo più veloce è eliminare i file inutili e inutilizzati e ripulire il registro di sistema.

Per farlo è possibile utilizzare CCleaner, un software utilissimo disponibile in rete. All’indirizzo https://www.ccleaner.com/it-it/ccleaner/download è possibile scaricare la versione gratuita del programma. Il software è disponibile anche in una versione a pagamento con moltissime funzionalità avanzate in più, ma per rimuovere i file inutili e pulire il registro di sistema la versione gratuita è più che sufficiente.

Una volta scaricato ed avviato il programma è necessario aprire il pannello Pulizia, quindi cliccare su Analizza e quindi Avvia pulizia. Questo passaggio eliminerà i file inutili dal computer, rendendolo più leggero e liberando materiale ingombrante dal disco fisso.

Nella sezione Registro il software permette anche di pulire il registro di sistema e riparare eventuali danni ed errori. Queste operazioni dovrebbero già essere sufficienti a migliorare le prestazioni di un pc a corto di manutenzione, ma vi sono altri passaggi che permettono di recuperare quasi completamente l’efficienza perduta.

Cancellare i file con il maggior peso

Un disco fisso troppo carico può rallentare il pc, per questo eliminare file grandi ed ingombranti può migliorare notevolmente le prestazioni di ogni computer.

WinDirStat è un programma gratuito, disponibile all’indirizzo https://windirstat.net/download.html, che permette di creare una rappresentazione grafica del disco fisso del PC su cui è installato. Sarà così possibile farsi un’idea di quali sono i file più grandi e quali tipologie di documenti occupano più spazio sul computer, rallentandone le prestazioni.

Attraverso WinDirStat è possibile eliminare direttamente i file inutili, liberando il disco fisso da un peso e rendendo più agile e scattante il computer. Non si tratta semplicemente di fare pulizia ogni tanto, ma di dare spazio vitale al PC per lavorare al meglio, senza dover andare a cercare spazio disponibile su disco.

Non avviare automaticamente i programmi

Molti software si avviano automaticamente all’accensione del computer e lavorano costantemente in background, rallentando gli altri processi.

Man mano che questi software si accumulano il PC si avvia sempre più lentamente ed offre prestazioni peggiori, perché deve eseguire un gran numero di operazioni inutili del tutto invisibili all’utente. Disabilitare l’avvio automatico dei programmi è un’operazione semplice, veloce ed utilissima.

Nel menu Start di Windows si trova la voce Gestione attività. Da qui è possibile accedere alla scheda Avvio, che mostrerà l’elenco di tutti i software presenti. E’ quindi sufficiente selezionare i programmi e cliccare in basso sul tasto Disabilita. In questo modo i software selezionati non si avvieranno più automaticamente, rallentando il PC anche quando non sono in uso.

L’ideale, per avere delle prestazioni ottimali, sarebbe lasciare attivi solo i processi necessari al sistema operativo e quelli relativi alla sicurezza, come il firewall e l’antivirus. Tutti gli altri software possono essere avviati secondo necessità. Magari impiegheranno qualche istante in più a caricarsi, ma almeno non rallenteranno il PC quando non sono in uso.

Deframmentazione del disco

Con il tempo i file presenti sul disco fisso si frammentano. Quando l’hard disk è pieno il computer non riesce più a scrivere i file in ordine e contigui, ma ne piazza delle porzioni dove trova dello spazio disponibile. Questo rallenta l’avvio dei file, perché ogni volta il PC deve andare a recuperare tutti i pezzi e metterli insieme.

La deframmentazione permette di mettere in ordine il contenuto del disco fisso ed è un’operazione che andrebbe svolta periodicamente per pulire e velocizzare il PC. Lo strumento Deframmenta e ottimizza unità si trova all’interno del menu Start di Windows. Per avviarlo è sufficiente cliccarci sopra. E’ quindi sufficiente selezionare l’unità del disco fisso, cliccare su Analizza e quindi su Ottimizza. Il PC farà da solo tutto il resto.

Non si tratta di un procedimento particolarmente rapido, soprattutto se non viene eseguito spesso, ma è in grado di migliorare notevolmente le prestazioni del computer. L’ideale sarebbe lanciare la deframmentazione dopo avere eliminato i file inutili e fatto un po’ di pulizia. E’ inutile ordinare file e documenti che dopo andranno scartati e il processo è decisamente più rapido su un disco fisso non troppo sovraccarico.

Ricercare ed eliminare virus e file infetti

La maggior parte dei virus informatici non hanno spettacolari conseguenze catastrofiche sui computer, ma contribuiscono a rallentarli sia all’avvio che durante l’utilizzo.

Per trovare ed eliminare i virus dal pc è necessario, com’è ovvio, dotarsi di un buon antivirus e tenerlo costantemente aggiornato. In commercio si trovano moltissimi antivirus validissimi, ma è possibile trovarne online versioni completamente gratuite che funzionano alla perfezione.

Avira, disponibile gratuitamente all’indirizzo https://www.avira.com/it, è un antivirus dalle ottime performance e molto veloce e semplice da utilizzare. Una volta scaricato e avviato l’antivirus è sufficiente lanciare la scansione del PC. Il programma rileverà automaticamente gli eventuali virus presenti sul PC e provvederà ad eliminarli.

L’ antivirus funziona in background analizzando le pagine web e i file scaricati durante la navigazione internet, in modo da garantire una protezione sempre efficace. L’ideale è però, comunque, fare una periodica scansione del sistema, in modo da correggere prontamente eventuali problemi.

Identificare e cancellare malware

Il termine malware è la contrazione di software malevolo. Questo termine comprende tutta una serie di programmi e processi, non solo virus, che rallentano il computer e ne compromettono le prestazioni. Alcuni di questi malware sfuggono al filtro degli antivirus, per cui sarebbe meglio dotarsi di un apposito software antimalware.

Malwarebytes Anti-Malware è disponibile gratuitamente all’indirizzo https://it.malwarebytes.com/ e permette di eliminare dal pc tutti i software malevoli presenti. Questo software funziona in tandem con l’antivirus, senza generare conflitti, e garantisce una maggiore protezione del computer, garantendone un funzionamento migliore e più rapido.

Esattamente come l’antivirus, è sempre in funzione e filtra i dati in ingresso nel PC.

Periodicamente è comunque opportuno effettuare una scansione dell’intero sistema, in modo da rilevare ed eliminare eventuali malware che hanno trovato accesso al computer.

Se questo non basta!

Una volta svolte tutte le operazioni precedenti il computer è più libero, più ordinato e non più appesantito da file e processi inutili.

Questo, insieme all’eliminazione di eventuali virus e malware, dovrebbe garantire un funzionamento più veloce ed efficiente. Forse queste operazioni non riporteranno il computer a com’era quando è stato acquistato nuovo di fabbrica, ma ne miglioreranno notevolmente le prestazioni.

Se tutte le operazioni sopra indicate non dovessero essere sufficienti è possibile effettuare un ripristino del sistema. Questa operazione riporta il sistema operativo ad una versione precedente salvata, eliminando gli errori e gli ostacoli accumulati nel frattempo.

L’operazione è diversa a seconda della versione di Windows installata sul PC, ma garantisce sempre un ottimo risultato.

E su Mac, cosa devi fare?

I computer della Apple hanno bisogno di una manutenzione minore rispetto a quelli con sistema operativo Windows, ma può capitare che gradualmente, con l’uso, anche su questi ultimi si accumulino errori, file e programmi inutili che rallentano il sistema.

Quando le prestazioni del Mac calano in modo preoccupante è bene provvedere a pulire il disco e liberare spazio occupato inutilmente. App Cleaner è un ottimo software gratuito che permette di rimuovere i programmi inutili e non utilizzati, in modo da alleggerire il sistema. Una volta svuotata la cache ed eliminati eventuali malware, il Mac dovrebbe funzionare decisamente meglio.

Il sistema operativo Apple è decisamente più stabile e sicuro di Windows, ma non è del tutto esente da difetti. Anche sui computer Mac possono accumularsi file inutilizzati e programmi inutili che lavorano in background assorbendo risorse preziose. Una pulizia periodica è il modo migliore per mantenere in perfetta efficienza il proprio computer, anche per chi possiede un prodotto Apple.

0 Comments
Share

Andrea

Reply your comment

Your email address will not be published. Required fields are marked*